04/01/2009

Kaf - 20

Post dedicato a Samuele, amico di Mohamed sulla terra di Israele. Siete tutte e due, in questo momento preciso, nel mio pensiero.

 

Siamo tutti residui di uno spazio infinito, divino, Isaac Louria

La creazione dello spazio vuoto rende possibile l'alterità a partire dalla separazione.

Fondamentalmente sono d'accordo con questa "definizione".

Ci stavo pensando l'altro giorno in riunione, perché devo preparare un power point per un prossimo congresso e avvevo davvero voglia di parlare di questo senso dell'alterità così alterata appunto per le persone autistiche. Mi è così tornato in mente un testo di Isaac Louria che studiai tanti anni fa in un seminario dedicato al pensiero ebraico.

La creazione parte da un residuo, quello del ritiro di Dio in se stesso e dal vuoto nasce l'alterità appunto dalla separazione.

Mi sembra nonché giusto, molto bello.

enfants_beit_laya_4_4_2006_apres_bombardement.jpgMi sono chiesta: e allora per Gabriele e tutti i bambini come lui, Samuele, Mohamed, e tanti altri capire il senso dell'altro parte senz'altro dalla capacità a separarsi, prima da se stessi.

C'è qui una verità.

Kaf - 20,  è qui una capacità a sviluppare un potenziale per agire, coordinare e prendere in mano il proprio destino.

Ecco è la strada che dobbiamo seguire per aiutare questi bambini.

Nel simbolo risiede sempre l'inizio di una soluzione. No?

 

Beatrix

12:03 Publié dans Autisme | Lien permanent | Commentaires (0) | |  Facebook | | | Pin it! |

Les commentaires sont fermés.